Tipologie di Parquet: Massello, Multistrato e Laminato

Tipologie di Parquet: Massello, Multistrato e Laminato

Cosa c’è da sapere sul parquet

Il parquet è oggi uno dei pavimenti più amati e utilizzati nelle abitazioni moderne spesso su richiesta dei proprietari di casa poiché, grazie alla proprietà del legno, è capace di regalare alla casa un’atmosfera piacevole, accogliente e calda. 

Il mercato offre parquet differenti per colore, caratteristiche e qualità che può essere scelto in colori differenti per adattarsi al design di ogni stanza.

In questo articolo parleremo delle tipologie di parquet (massello, multistrato e laminato) e delle essenze (tipi di legno) disponibili. Prima di descrivere le caratteristiche delle varie tipologie, ci teniamo a sottolineare che non bisogna confondere la “composizione” dei listelli con la loro posa. Ad esempio spesso si tende a distinguere tra parquet massello e parquet prefinito ma questa distinzione è impropria; come vedremo meglio in seguito, un parquet massello o monostrato (ossia tutto fatto di legno nobile) può essere tranquillamente prefinito (ossia pronto per la posa) anche se meno comune del multistrato prefinito (dunque un pavimentopronto per la posa fatto di legni nobili e non nobili).

parquet-residenza-oliveto-scuro

Le Tipologie di Parquet

Le tipologie più utilizzate sono: parquet massello o monostrato, parquet multistrato e parquet laminato (che non è un vero parquet, come vedremo in seguito).

Lo spessore e la grandezza dei listelli stessi sono due indicatori di qualità: più sono doppi e grandi i listelli maggiore è la qualità del legno. Vediamo insieme quali vantaggi e svantaggi presentano le varie tipologie.

parquet-residenza-oliveto-chiaro

Parquet Monostrato o Massello 

E’ il più pregiato, costituito interamente da legno nobile ed è presente in origine in forma grezza, va quindi levigato e lucidato.

Il parquet massello può essere sia di tipo tradizionale che prefinito. Quello tradizionale non è pronto per l’uso ma deve essere lamato, stuccato, carteggiato e verniciato; dunque i listelli non costano molto ma la posa risulta più lunga e costosa. Al contrario il parquet massello prefinito è pronto per essere montato con posa flottante o a colla ma i listelli costano di più di quelli tradizionali e vengono posati sul pavimento sottostante che, quindi, aumenta di spessore.

  • Vantaggi: può essere levigato più volte quindi ha una maggiore durata nel tempo (è consigliata una levigatura circa ogni 10 anni). Inoltre il legno è un materiale isolante, perciò più è spesso lo strato di legno, come in questo caso, più si incrementa questa proprietà. L’effetto acustico e tattile al calpestio è il più piacevole. Ha uno spessore compreso tra i 10 e 22 mm e i listelli sono molto grandi.
  • Svantaggi: poiché è realizzato interamente in legno nobile, ha costi maggiori delle altre tipologie (multistrato e laminato), sia che si parli di massello tradizionale che di massello prefinito.

 Parquet Multistrato 

E’ costituito da uno strato di legno nobile che riveste il supporto in legno meno pregiato ma resistente e durevole. Lo strato di legno nobile deve essere di almeno 2,5 mm altrimenti non si può parlare di vero parquet. Quasi sempre si trova lavorato e verniciato al momento dell’acquisto perciò è pronto per essere montato con estrema facilità; in questo caso si parla di parquet prefinito.

  • Vantaggi: essendo composto da due strati di legno presenta una maggiore stabilità, si trova in formati più grandi rispetto a quello tradizionale (anche 3 o 4 metri). Il costo del parquet multistrato è mediamente inferiore di quello del parquet massello e la verniciatura è molto resistente.
  • Svantaggi: ha una durata inferiore nel tempo (può essere levigato meno volte) e un minore potere isolante.

Parquet Laminato

Il parquet laminato non è considerato un vero e proprio parquet poiché non presenta alcuno strato di legno nobile. Si tratta infatti di uno strato di legno non nobile (fibre di legno, agglomerati di resina e carta) su cui è collocato un sottilissimo strato plastico stampato che riproduce il colore e le venature del legno. Lo spessore del laminato va dai 6 ai 12 mm: più è spesso e più è resistente.

E’ quello più economico e maggiormente utilizzato soprattutto nei negozi e negli uffici ma è adatto anche a coloro che desiderano l’effetto del parquet in casa senza spendere molto e senza dedicare molta manutenzione al pavimento.

  • Vantaggi: ha un costo nettamente inferiore agli altri due tipi sopra descritti, garantendo comunque una buona resa nel tempo; non subisce l’azione corrosiva della luce e delle macchie. La posa del laminato è veloce e la manutenzione è molto semplice, poiché basta la normale pulizia.
  • Svantaggi: non è costituito da legno per cui non ha il suo potere isolante e risulta meno gradevole e molto più rumoroso al calpestio rispetto ai parquet veri e propri. Generalmente ha problemi di stabilità, soprattutto nel tempo soprattutto se di scarsa qualità o se non posato correttamente (può sollevarsi e deformarsi). Ovviamente non è levigabile, quindi quando usurato va sostituito. Inoltre anche se la manutenzione è semplice, poiché si tratta pur sempre di legno, non bisogna eccedere con l’acqua durante la pulizia!

parquet-residenza-oliveto-colori

 Il legno per il Parquet

Il legno è uno dei materiali più pregiati usati nel mondo delle costruzioni perché è un isolante termico e acustico e possiede elevate elasticità e resistenza. Esistono diverse tipologie di legno utilizzate nella composizione e lavorazione del parquet. Vediamo quali sono:

  1. Legni rossi: come Merbau e Doussiè Africa
  2. Legni chiari: come Acero Americano, Faggio, Rovere

Il Merbau è un albero presente in India, in Tanzania e nella zona del Pacifico, invece il Doussiè Africa appartiene alla famiglia delle Fabaceae e proviene da Paesi quali Ghana, Niger e Costa d’Avorio. Entrambi sono utilizzati per ottenere un pavimento in legno di colore scuro.

L’Acero Americano, originario del Nordamerica, il Rovere e il Faggio, entrambi appartenenti alla famiglia delle Fagacee, sono alberi dal cui legno si origina quel parquet dal colore più chiaro. Queste tre essenze sono da preferire per le stanze piccole o buie in cui arriva poca luce poiché il colore chiaro del pavimento illumina e ingrandisce visivamente gli ambienti.

Il Parquet della Residenza dell’Oliveto a Castel Gandolfo

Nelle camere e nella zona giorno della Residenza dell’Oliveto a Castel Gandolfo è stato montato il pregiato parquet in massello di rovere di Slavonia dell’azienda Cristiani per garantire la massima qualità dei materiali.

Lo straordinario effetto estetico è garantito, oltre che dall’essenza scelta, dai listoni legno massello grandi e di dimensioni diverse (dai 12 ai 16 cm di larghezza e dai 60 cm ai 2 m e 20 cm di lunghezza).

Scopri le caratteristiche dei pavimenti, dei sanitari e degli infissi della straordinaria Residenza dell’Oliveto a Castel Gandolfo!

pavimento in parquet di appartamento in vendita a Castel Gandolfo

Essenza Rovere di Slavonia

 

1 commento

  1. Non ho capito la differenza tra massello , multistrato e laminato